Ischia: le spiagge più belle, cosa vedere e dove mangiare

Panorami incantati, spiagge, scogliere, terme naturali e borghi di buganvillea. Ischia, la verde isola dei piaceri! Ecco cosa fare e cosa vedere a Ischia.

Che Ischia sia bella non è una novità, ma solo visitandola direttamente si può avere la misura di quanto la natura l’abbia colmata di doni. Tra i bagliori di un mare da sogno, l’isola amata dagli antichi Romani è un concentrato di colori, piante, profumi, paesaggi variegati e di ogni fonte di benessere.


Le spiagge di Ischia

Dalle lunghe spiagge sabbiose alle pittoresche calette di ciottoli raggiungibili in percorsi avventurosi, a Ischia il piacere del mare è di casa. L’ampia baia di Maronti ospita l’arenile più esteso dell’isola, affacciato su trasparenti acque blu. Qui agli stabilimenti si alternano lunghi tratti di spiaggia libera. In fondo si trovano le fumarole, fenditure del suolo da cui fuoriescono vapori ad altissima temperatura.

Bellissima e perfetta per un trattamento termale estemporaneo è la cala di Sorgeto, dove calde acque benefiche sono trattenute in piscine naturali balneabili anche in inverno. Al di fuori dei magici cerchi di pietra vi attende la frescura di un mare cristallino.

Da frequentare anche la spiaggia di San Montano, dal fascino tropicale, la spiaggia di Cava dell’Isola, vivace e giovanile, la panoramica Cartaromana con vista sul castello, e la selvaggia Scarrupata, protetta da un’alta scogliera e accessibile tramite un sentiero impervio.

Cosa fare a Ischia: le terme

Note già agli antichi Greci, le terme di Ischia erano di gran moda presso i Romani. Oggi come allora, le loro acque giovano alla pelle, alle articolazioni, all’apparato respiratorio. Al parco di Negombo, fondato dal duca viaggiatore Luigi Camerini negli anni Quaranta del Novecento, le dodici piscine sono circondate da rare piante esotiche e opere d’arte contemporanea. Di ottimo livello i Giardini del Poseidon, un’oasi verde di 60 mila metri quadri in cui godere di ogni tipo di trattamento.

Le terme di Cavascura regalano emozioni inattese. Scavate nella pietra viva di un vallone, sono l’unico stabilimento di epoca romana ancora funzionante. Fra corridoi di tufo, ginestre e il gorgoglìo della sorgente si trovano le vasche e la grotta sudatoria.

Cosa vedere a Ischia

Niente paura se terme e spiagge non fanno per voi: le alternative non mancano. Chi ama camminare potrà dilettarsi in un trekking fino alla cima del monte Epomeo (789 metri). La natura rigogliosa, il fascino di un antico eremo rupestre e la vista mozzafiato fino a Capri, Ponza, Napoli e il Vesuvio ne fanno una meta di sicuro appeal.

Il Castello Aragonese, su un isolotto accessibile da un ponte, ebbe nel Cinquecento la sua epoca d’oro, quando l’ospitalità della marchesa Vittoria Colonna attrasse artisti del calibro di Michelangelo e Ludovico Ariosto. Oggi è sede di eventi e mostre. Dalla Terrazza degli Ulivi il panorama spazia da Gaeta al golfo di Sorrento.

Al museo di Villa Arbusto e agli scavi di Santa Restituta, presso Lacco Ameno, si fa invece esperienza della memoria antica dell’isola, fra reperti di età classica, come la celebre Coppa di Nestore, e i resti di una cripta paleocristiana.

Per una passeggiata, l’ideale sono i borghi marinari di Sant’Angelo e Ischia Ponte, gradevoli esempi di architettura mediterranea, la cui atmosfera intima è rallegrata dai negozietti di artigianato.

Il castello aragonese di Girone, isolotto adiacente a Ischia Maggiore. La contea di Ischia fu ereditata da Enrico II di Ventimiglia nella seconda metà del XIII secolo per il matrimonio con Isabella contessa di Geraci e Ischia.

I ristoranti di Ischia

Dove mangiare a Ischia? Per assaggiare le specialità marinare dell’isola, niente di meglio di una puntata a Forio, ricca di ristorantini di buon livello. Da Oasis, per esempio, i sapori del pescato fresco si accompagnano a ottime pizze napoletane e a uno splendido panorama sul mare. La cucina più caratteristica, tuttavia, è quella di terra, con il coniglio all’ischitana al primo posto. Per provarlo il posto adatto è Il Bracconiere, sulle colline di Serrara Fontana.

Vita notturna

La notte si accende di vita sul porticciolo di Forio e nella cittadina di Ischia, intorno a corso Vittoria Colonna, dove si può bere un drink, ascoltare musica live o ballare. L’alternativa è un romantico bagno notturno nelle acque tiepide di Sorgeto. Da non perdere.

 

Post by Francesca Grego Via Expedia Magazine

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*